TeamEtrurian

presenta

EtrurianTrail

TRAIL PUBBLICATO SU

Correre-2015 & WorldRunner-2016

TRACCIATO

15 nervosi Km con 350m D+

0% ASFALTO - 100% NATURA

single-track, guadi, cascate... a tanto altro

CONSIGLIATO

...a tutti...

EtrurianTrail 2017-06-02T15:07:14+00:00

EtrurianTrail 21 Maggio

Domenica 21 maggio 2017 a Cerveteri

si rinnova l’appuntamento con l’Etrurian Trail che, sin dal suo esordio nel 2013, ha soddisfatto le attese sia dei podisti amanti del genere che di quelli incuriositi dal fenomeno “Trail”. La seconda edizione fu arricchita da alcuni passaggi suggestivi all’interno del sito archeologico della Necropoli Etrusca, quella del 2015 da UN TRATTO UNICO NEL SUO GENERE, una variante piuttosto tecnica in uno scenario da set-cinematografico Hollywoodiano che ha permesso al percorso gara di passare ALLE SPALLE DELLA PIÙ ALTA CASCATA presente in questa “Trail Experience”, infine nel 2016 si è dovuto inserire una variante che aumenta la difficoltà del tracciato con una salita corta ma ripida di 300m con 60m D+

Il tracciato poliedrico di 15 Km e circa 350mt di D+ è quindi “veloce” per i più allenati ma anche accessibile alla grande platea di podisti trailer alle prime armi, nella sua evoluzione è sempre rimasto fedele alla concezione che il fulcro della manifestazione sia rappresentato non solo dal gesto atletico, ma anche da un’esperienza che emozioni.

Lungo l’EtrurianTrail si è costantemente immersi nella natura, si avrà la possibilità di attraversare diversi ambienti in un unico evento: tratti veloci in aperta campagna, altri più tecnici nel sottobosco con fondi di varia natura non sempre di facile interpretazione e passaggi attraverso suggestive testimonianze storiche di epoca Etrusca-Romana e scorci paesaggistici e naturalistici di rara bellezza!

Queste caratteristiche hanno fatto si che in poche edizioni si sia raggiunto un numero altissimo di partecipanti. In questa quinta edizione per garantire la sicurezza degli atleti e per non penalizzare la qualità dell’evento gli organizzatori hanno deciso di limitare il numero massimo di iscrizioni.

Il risultato sarà di un Trail completo a 360*, dove sport, natura e storia vi regaleranno immagini ed emozioni uniche che appagheranno la vostra performance atletica ed i vostri sensi!

Se incuriositi e interessati la descrizione dettagliata del percorso è stata riportata qui di seguito

By |0 Comments

Il tracciato è pur sempre un sentiero a volte accidentato e scivoloso ma crediamo che la difficoltà stia più che altro nel capire a che velocità spingersi…

Fino al raggiungimento del “Numero max partecipanti” (rif. REGOLAMENTO) ed a quota maggiorata, questo perché cerchiamo di scoraggiare liscrizione in loco ma capiamo che alcuni non possono fare altrimenti e non crediamo si giusto impedirgli di provare….

Aggiornamenti e notizie su tracciato, iscrizioni, convenzioni e altro verranno pubblicati su Facebook ovviamente se necessario verrà inviata una mail…

per le iscrizioni è possibile compilare il form on-line su questo sito è possibile saldare la quota via bonifico o carta di credito nel caso di bonifico dovrai avere la ricevuta perché ti verrà chiesto di allegarla, ed il:  CERTIFICATO MEDICO SPORTIVO AGONISTICO

Si, ma devi avere il CERTIFICATO MEDICO SPORTIVO per attività AGONISTICA i medici che possono certificare questo tipo documento sono medici sportivi è facile trovarne ed il costo si aggira tra le 40€ e le 70€ di solito ha validità annuale e solitamente serve l’appuntamento!

REGOLAMENTO
ISCRIZIONI CHIUSE
ISCRIZIONI CHIUSE

Identikit del tracciato

Campo Base della gara, nel piazzale antistante la Necropoli Etrusca.

Lo start verrà dato alle ore 9.30 in un ampio viale con fondo compatto e livellato che darà la possibilità ad ogni runner di trovare il proprio ritmo, sfilando tra suggestive tombe Etrusche. Lasciata la zona archeologica, dopo aver attraversato un’ampia radura, si arriva ad una salita con pendenza non troppo impegnativa su fondo roccioso non livellato e, intorno al 5° Km, si raggiunge il primo RISTORO, servito da acqua in cisterna e frutta, con volontari addetti all’assistenza dei concorrenti. Da questo momento inizia una discesa abbastanza impegnativa con fondo non sempre asciutto e a tratti sconnesso e/o instabile (senza dubbio il punto dove porre più attenzione, vi si arriva veloci e le condizioni di fondo cambiano repentinamente!). Si prosegue fino a fondo valle dove vi attende il primo di 6 guadi, ai piedi di un ponte medievale. Qui il tracciato cambia nuovamente prendendo forma di sentiero con fondo asciutto e compatto che difficilmente lascia spazio ai sorpassi ma, ad occhi attenti, regala scorci sulla valle e panoramiche mozzafiato. Si risale fino al punto più alto del tracciato dove attraverserete il secondo guado accanto ad un antico ponte e, a questo punto, sarete proprio sopra la PRIMA CASCATA. I successivi 200m saranno piuttosto tecnici (abbiamo creato dei gradoni ed il giorno della gara verranno allestite delle funi per aiutarvi nelle discese più impegnative) e vi condurranno ai piedi della stessa, passando ALLE SPALLE DELLA COLONNA D’ACQUA ALTA TRENTA METRI ( sorridete, verrete immortalati! ) Dopo un guado si risale per 100 m su di una carrareccia rocciosa fino al secondo RISTORO dove troverete: un fontanile con acqua in piccole cisterne e corrente, frutta, assistenza di percorso e medica.

Si guada un piccolo torrente a pochi metri dallo strapiombo della SECONDA CASCATA per arrivare al famoso “SNAKE”: un “single-track ” perfettamente battuto di circa 2 km in leggera discesa con il susseguirsi di curve paraboliche che  costeggiano il fiume a volte nascosto in “orridi” fino a fondo valle, il tratto si chiude con una discesa di pochissimi metri ma ripidissima che è costata qualche scivolone nelle passate edizioni! Si continua a costeggiare il fiume, che in questo punto ci regala un susseguirsi di piccole cascatelle e laghetti, su una carrareccia con fondo compatto e largo che si presta a fughe e sorpassi. Dopo essere passati davanti ai ruderi del ‘600 delle  “Ferriere dello Stato Pontificio” si affronta il penultimo guado (a poche decine di metri, risalendo il torrente, si arriverebbe sotto ad una terza cascata non visibile dal punto di guado) e si continua in un tratto veloce verso il sesto ed ultimo guado, il punto più basso del tracciato. A questo punto, sperando siate un pochino stanchi, vi aspetta “THE WALL”: un tratto di 400 m con una pendenza degna del suo soprannome che vi condurrà al terzo ed ultimo RISTORO, con cisterna di acqua e personale addetto all’assistenza dei concorrenti. Qui, a 4 Km dal traguardo, inizia il “rush finale” non particolarmente impegnativo! Come buon auspicio si concluderà la gara passando attraverso la suggestiva “VIA DEGLI INFERI” (scavata dagli Etruschi per una profondità di oltre 4 m nel tufo) che conduceva dalla città dei morti a quella dei vivi…o era il contrario?! Le bacchette non sono necessarie, ma per chi le usa abitualmente sono consigliate. La gara si svolge in semi-autonomia con l’atleta che deve portare con sé l’occorrente per la sussistenza (borraccia e/o eco-tazza) potendosi rifornire unicamente presso punti ristoro prestabiliti. Volontari e mezzi posti sul percorso sono a disposizione per ogni evenienza, in coda alla gara si avrà il cosiddetto/a “Chiudifila” o più simpaticamente “Scopino” con set di primo soccorso. La gara, lunga 15 km, si corre in un tempo massimo stimato di 3 ore, presenta un D+ 250 m e D- 250 cioè un dislivello totale di circa 500 m.

Ci vediamo alla partenza!

Per chi rimane comodamente ad aspettare i propri cari o amici sarà possibile nel frattempo visitare la Necropoli Etrusca, con o senza guida. Nel rispetto dello spirito sportivo, si invitano i partecipanti alla collaborazione, al rispetto reciproco e dell’ambiente (la corsa aderisce infatti all’iniziativa “Corri Senza Lasciare Traccia”).

By |0 Comments