0 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Etrurian

 

 Eccoci qua come sempre la prima edizione è un salto nel buio... c'è tanto lavoro da fare! ma anche tanto entusiasmo e non vediamo l'ora di rimetterci in gioco e farvi provare una nuova avventura sportiva l' Etrurian SwimRun. 

Una prima edizione e una prima esperienza come organizzatori "multidisciplinari" per il team Etrurian. Siamo contenti che il percorso, le distanze e il numero limitato di frazioni abbiamo incuriosito persone che non solo colgono l'occasione per allenarsi ma che si avvicinano come noi per la prima volta a questo sport.

É doveroso quindi, fornire alcuni consigli e trucchetti per rendere questa esperienza bella, divertente e stimolante come deve essere!
1) OCCHI APERTI
tenere sempre sotto controllo il punto esatto dove uscire dall'acqua per iniziare a correre. A volte la corrente può essere forte e allontanare dalla giusta traiettoria.
2) SCEGKIERE IL PROPRIO KIT
Si nuota con le scarpe e si corre con il costume e gli ausili al nuoto. Scarpe e calzini dovrebbero essere più drenanti possibile e comodi anche da bagnati.
Il pull buoy, usato per aumentare la galleggiabilitá e non stressare troppo le gambe, comporta un uso al massimo della parte superiore del corpo.
La decisione é molto personale nella scelta del proprio kit gara e dipende molto dalle abitudini prese durante gli allenamenti.
3) NON TI FERMARE!
non alzarti e non smettere di nuotare quando si é vicini alla riva finché il petto non tocca il fondo. Correre in acqua, anche se bassa, é difficile e dispendioso.
4) ALLENARSI ALLE TRANSIZIONI
le transizioni tra nuoto e corsa sono l'elemento chiave per una gara di successo. Passare dal nuoto alla corsa e viceversa richiede allenamento. Nuotare dopo la corsa comporta principalmente la regolazione del respiro mentre correre dopo una nuotata richiede alle gambe di adattarsi velocemente al suolo, alla posizione verticale e a quella sensazione di "intorpedimento" tipico del nuoto.
É consigliabile provare in allenamento ad entrare e uscire dall'acqua anche su diverse superfici. In gara si può avere a che fare con fondi sabbiosi, scivolosi o rocciosi.
Fare attenzione durante l'ingresso in acqua ad eventuali ostacoli nascosti e iniziare a nuotare con progressione finché il respiro e i movimenti risultano fluidi.
5) CONOSCERE IL PERCORSO
conoscere e studiare il percoso gara, i punti di accesso, i cambi di fondo e le transioni previste
6) DIVERTIRSI!
Pensare alla gara come un modo unico e divertente di godersi l'estate e sentirsi per un giorno un uomo anfibio (o amphiman)!
IL 20 AGOSTO VI ASPETTIAMO!!!
ETRURIAN TEAM

 

 

TOP